RELAZIONE FINALE

Dal 1928 nel registro di classe è prevista la relazione finale da inviare in copia al direttore didattico, dal 1929 essa è da inviare all'Ispettore o al Provveditore. Il giornale di classe dall'anno scolastico 1940-1941 fino all'anno scolastico 1942-1943 prevede nella prima parte le notizie sull'insegnante: le generalità, i titoli di abilitazione all'insegnamento, altri titoli accademici e professionali, onorificenze civili, benemerenze scolastiche, il possesso del libretto ferroviario, l' iscrizione al partito fascista, il servizio militare prestato, benemerenze fasciste, infine lo stipendio lordo e lo stato di servizio. Dalle notizie sull'insegnante si passa alle notizie relative alla scuola: posizione topografica, dimensioni dell'aula, possesso di latrine, acqua potabile, mezzo di riscaldamento e palestra ginnastica, cura della pulizia, stato dell'arredamento e del materiale didattico. E' prevista inoltre la durata dell'insegnamento, il totale delle giornate di lezione, le interruzioni dell'insegnamento, la data e durata e ragioni di essere   ( per motivo d'ordine locale o per motivi di famiglia). E' riportata la voce "orario", seguita dalle voci "osservazioni sull'obbligatorietà, l'iscrizione e la frequenza , passeggiate, igiene, patronato scolastico, bibliotechina scolastica ed assistenza scolastica.La terza pagina della relazione riporta le feste della scuola, l'iscrizione degli alunni alla G.I.L. (con il numero dei tesserati relativamente ai figli della lupa, balilla e piccole italiane), l'iscrizione delle massaie rurali, l'iscrizione alla Croce Rossa, alla Dante Alighieri, i bisogni della scuola, i desideri dell'insegnante, osservazioni, iniziative e proposte varie. L'ultima pagina è dedicata alla relazione particolareggiata in merito all'insegnamento ( frequenza, diligenza degli alunni, disciplina, indirizzo seguito da eventuali difficoltà superate nello svolgimento del programma, profitto ottenuto, iniziative prese, esprimenti fatti, risultati finali, ecc). Nel registro dell'anno scolastico 1944-1945 la relazione finale  ( da inviarsi in  copia al direttore didattico) si è ridotta ad una sola pagina e contiene esclusivamente notizie relative all'insegnante con indicate le generalità, il domicilio, il conseguimento del titolo di abilitazione all'insegnamento, concorsi vinti, nomine e trasferimenti, se l'insegnante è titolare di ruolo o supplente, i giorni di assenza fatti durante l'anno, lo stipendio, l'indennità di servizio, il libretto ferroviario, le onorificenze, gli uffici pubblici, gli studi preferiti, le opere lette durante l'anno, le riviste professionali a cui è abbonato, e l'eventuale pubblicazione. Dall'anno scolastico 1945-1946 fino all'anno scolastico 1951-1952 il giornale della classe non prevede più la relazione finale dell'insegnante. La relazione finale dell'insegnante è di nuovo prevista nel registro dall'anno scolastico 1952-1953. La prima pagina contiene i dati relativi agli alunni e notizie sull'insegnante, le generalità, lo stato di famiglia, il domicilio, il luogo e la data del conseguimento del titolo di abilitazione all'insegnamento elementare, i concorsi vinti, i trasferimenti, lo stato di servizio, la durata delle lezioni, la carriera militare, l'orario delle lezioni, onorificenze, studi preferiti, riviste a cui è abbonato. Sono aggiunte le visite alla scuola da parte delle autorità, notizie sulla biblioteca scolastica, feste scolastiche, assistenza scolastica da parte del Patronato scolastico, cerimonie, iscrizione alla Croce Rossa o alla Dante Alighieri, riunioni e convegni didattici, notizie sul locale scolastico, sullo stato dell'arredamento e dei sussidi didattici. L'ultima pagina riguarda le osservazioni particolari sull'attività educativa dell'insegnante e sullo svolgimento dei programmi. La relazione finale cambia impostazione in seguito dall'anno scolastico 1956-1957, prevista dalla terza pagina del registro. La prima parte riguarda notizie sull'insegnante (stato di famiglia e domicilio), i titoli all'insegnamento e benemerenze varie, il servizio militare prestato, lo stato di servizio dell'insegnante. la seconda parte riguarda le notizie relative alla scuola, l'educazione fisica, feste pro dote scuola e varie, festa degli alberi ,l'assistenza del Patronato scolastico, altre forme di assistenza scolastica, la biblioteca scolastica, il museo scolastico, iniziative varie (iscrizione alla Dante Alighieri e alla Croce Rossa), esprimenti di colture razionali e di economia domestica, assistenza sanitaria, cerimonie  e manifestazioni varie, bisogni della scuola, desideri dell'insegnante, svolgimento del programma didattico, osservazioni e proposte varie. L'ultima parte della relazione contiene uno specchietto con le notizie statistiche a fine anno ed uno per le visite delle autorità scolastiche con eventuali osservazioni. Dall'anno scolastico 1958-1959 la relazione finale dell'insegnante è prevista nelle ultime tre pagine del registro di classe. essa contiene nella prima parte uno specchietto con le generalità dell'insegnante ed il suo stato di famiglia, una parte relativa all'edilizia scolastica, una parte relativa alle notizie sulla scuola. Questa parte prevede la durata delle lezioni, le ore di lezione, i sussidi audiovisivi, la biblioteca scolastica, le passeggiate e gite d'istruzione, le visite a musei, aziende, uffici,ecc, iniziative per richiamare l'attenzione dei genitori, il risparmio scolastico, l'educazione stradale, il patronato scolastico, la festa degli alberi e le visite dell'ufficiale sanitario. L'ultima parte riguarda la mutualità e l'assistenza con in fondo note dell'insegnante  sui programmi, osservazioni sulla loro praticità e sul loro rendimento.

Documento d'archivio: relazione finale da un registro dell'anno scolastico 1940-1941

Documento d'archivio: relazione finale da un registro dell'anno scolastico 1952-1953

Documento d'archivio: relazione finale da un registro dell'anno scolastico 1956-1957

Documento d'archivio: relazione finale da un registro dell'anno scolastico 1958-1959